Vai al contenuto principale
Oggetto:
Oggetto:

Metodologia e deontologia negli interventi peritali con i minori - Lab / Methodology and ethics in expert forensic assessment with juveniles - Lab

Oggetto:

Methodology and ethics in expert forensic assessment with juveniles - Lab

Oggetto:

Anno accademico 2019/2020

Codice dell'attività didattica
PSI0634
Docente
Patrizia Cavani (Titolare del corso)
Corso di studi
Psicologia criminologica e forense
Anno
1° anno
Tipologia
Laboratorio
Crediti/Valenza
2
SSD dell'attività didattica
M-PSI/05 - psicologia sociale
Modalità di erogazione
Tradizionale
Lingua di insegnamento
Italiano
Modalità di frequenza
Obbligatoria
Tipologia d'esame
Da definire
Oggetto:

Sommario del corso

Oggetto:

Obiettivi formativi

 Competenze di base in psicologia clinica forense, con particolare riguardo alle norme giuridiche e alle prassi metodologiche che regolano lo svolgimento di una consulenza tecnica di ufficio e di una perizia.

L’acquisizione da parte degli studenti della conoscenza dei principali riferimenti deontologici e metodologici della psicologia forense attraverso lo studio e il confronto diretto con materiale proveniente da procedimenti civili e penali inerenti gli adulti ed in particolar modo i minori.

 Students will acquire knowledge about the main deontological and methodological aspects of forensic psychology. They will have the opportunity of analyzing materials taken from civil and criminal proceedings concerning adults and children.

Oggetto:

Risultati dell'apprendimento attesi

 Lo studente avrà conoscenza del campo di applicazione dei metodi e degli strumenti della psicologia forense con particolare riferimento ai suoi aspetti deontologici. Nello specifico, avrà familiarizzato con: 

• Le prassi che differenziano la valutazione clinico-forense dall’intervento clinico.
• Le specificità dei procedimenti aventi come oggetto l’interesse e la tutela del minore.
• Le dinamiche che connotano i nuclei famigliari a rischio e multiproblematici.
• Le peculiarità delle valutazioni aventi come oggetto famiglie e minori migranti.

 Students will acquire knowledge of methods and instruments of forensic psychology with special focus on deontological aspects. They will become familiar with: 

- practices differentiating clinical forensic assessment from clinical intervention
• - specificity of procedures contributing to the protection of minors
• - dynamics characterizing households at risk and faced with complex problems
• - specificity of assessing issues facing migrant families and minors

Oggetto:

Modalità di insegnamento

 Attività interattive e di gruppo, studio di casi,esercitazioni pratiche

 Interactive and group activities, case studies, promoting class participation and practical exercises. 

Oggetto:

Modalità di verifica dell'apprendimento

 Fatto salvo l’obbligo di frequenza dell’attività laboratoriale che non può essere inferiore al 75% delle ore previste, l’accertamento della preparazione dello studente avverrà attraverso una relazione finale.La valutazione complessiva dell’attività laboratoriale si avvarrà di una scheda di verifica stilata secondo i criteri dei descrittori di Dublino (Conoscenza e capacità di comprensione; Conoscenza e capacità di comprensione applicate; Autonomia di giudizio; Abilità comunicative; Capacità di apprendere). L’esito finale sarà “approvato” o “non approvato”.

 Students must attend, at least, 75% of the hours of the practical lab. For the final assignment, the students will have to submit a 3 to 5 pages report on the topic discussed during the lab. The overall evaluation of the workshop will make using the criteria of the Dublin descriptors (Knowledge and understanding, knowledge and understanding applied; Making judgments; Communication skills; Ability to learn). The final score will be “passed” or “not passed”.

Oggetto:

Attività di supporto

 Gli studenti potranno chiedere un appuntamento scrivendo all’indirizzo mail del docente. 

 Students may make appointments writing to the teacher’s email address. 

Oggetto:

Programma

 Verranno presentati i principali riferimenti teorici indispensabili per lo psicologo forense in ambito civile e penale con particolare riferimento al minore quale centro di una rete complessa di legami e per conseguenza oggetto e soggetto di interventi istituzionali.

Una parte significativa della formazione scaturirà dalla presentazione, commento e approfondimento di casi.
Ogni incontro prevedrà un’introduzione teorico-metodologica, una presentazione del materiale ricavato dalla pratica forense (C.T.U., CTP, Perizie d’Ufficio e di Parte, Sentenze, Relazioni dei Servizi socio-sanitari territoriali) e una discussione nella quale gli studenti si confronteranno sui seguenti temi:
1. Il contesto operativo in cui si svolge una C.T.U.: metodi e deontologia.
2. Le famiglie multiproblematiche: segnalazioni effettuate dai Servizi socio-sanitari,
interventi del Tribunale e successivi percorsi operativi.
3. La valutazione della genitorialità: definizione delle competenze / funzioni / capacità
genitoriali. Metodi per la valutazione e presentazione di casi.
4. Adozioni e affidi: il concetto di legame. Definizione di abbandono e maltrattamento
secondo una prospettiva psicogiuridica. Presentazione casi.
5. Valutazione psicologica del minore: nodi critici metodologici e deontologici.
Presentazione casi.
6. L’interesse del minore come elemento prioritario nel diritto e in psicologia forense.

 Students will be familiarized with the main theoretical concepts of forensic psychology concerning civil and criminal proceedings. A special focus will be put on minors considered at the center of a complex network of bonds making them both objects and subjects of institutional intervention. Teaching will be mainly case-based. 

Each meeting will consist of a theoretical and methodological introduction, the presentation of materials taken from forensic practice (such as court-appointed and party-appointed experts’ reports, judgments, health and social services reports, etc.) and a discussion involving students. Topics discussed will include:
1. The context in which operate court-appointed experts: methods and deontology.
2. Families facing complex problems: health and social services reports, measures taken by the courts and subsequent implementations.
3. Parenting assessment: definition of parental skills and competencies. Evaluation methods and case presentation.s
4. Adoption and fosterage: the concept of bond. Definition of neglect and abuse in a psycho- legal perspective. Case presentations.
5. Psychological evaluation in child protection matters: methodological and deontological aspects. Case presentations.
6. Child protection as the primary objective in law and in forensic psychology

Oggetto:

Testi consigliati e bibliografia

 1. ABAZIA LEONARDO (2009) cur. La perizia psicologica in ambito civile e penale, Franco Angeli, Milano. 

2. DIANA ANTONIO G. (2015), RESPONSABILITÀ ED EFFETTI DELLA CTU, GIUFFRÉ,MILANO
3. FORNARI UGO (2013), Trattato di psichiatria forense, Utet, Torino
4. GHEZZI DANTE, VADILONGA FRANCESCO (1996), La tutela del minore. Protezione dei bambini e
funzione genitoriale, Raffaello Cortina Editore, Torino
5. MAGRIN M.E. (2012), La valutazione psicogiuridica.Guida al lavoro peritale, Giuffré, Milano
6. NIVOLI GCarlo (2005), Il perito e il consulente di Parte in psichiatria forense, Centro Scientifico Editore, Torino.
7. “Minori e Giustizia”, Franco Angeli, Milano, n. 3/2015 (tema: Tutela delle persone minori d’età e rispetto delle relazioni familiari, tra interventi di sostegno e cura ed affermazione dei diritti fondamentali).
8. “Minori e Giustizia”, Franco Angeli, Milano, n. 2/2015 (tema: Minori, famiglia, diritto: come cambiano i saperi, gli intrecci e le prospettive di intervento).
9. “Minori e Giustizia”, Franco Angeli, Milano, n.4/2014 (tema: La conservazione e la cura dei legami nell’affidamento familiare e nell’adozione).
10. “Minori e Giustizia”, Franco Angeli, Milano, n.3/2014 (tema: Le declinazioni dell’essere genitore nelle nuove famiglie e nelle diverse culture)

 1. ABAZIA LEONARDO (2009) cur. La perizia psicologica in ambito civile e penale, Franco Angeli, Milano. 

2. DIANA ANTONIO G. (2015), RESPONSABILITÀ ED EFFETTI DELLA CTU, GIUFFRÉ,MILANO
3. FORNARI UGO (2013), Trattato di psichiatria forense, Utet, Torino
4. GHEZZI DANTE, VADILONGA FRANCESCO (1996), La tutela del minore. Protezione dei bambini e
funzione genitoriale, Raffaello Cortina Editore, Torino
5. MAGRIN M.E. (2012), La valutazione psicogiuridica.Guida al lavoro peritale, Giuffré, Milano
6. NIVOLI GCarlo (2005), Il perito e il consulente di Parte in psichiatria forense, Centro Scientifico Editore, Torino.
7. “Minori e Giustizia”, Franco Angeli, Milano, n. 3/2015 (tema: Tutela delle persone minori d’età e rispetto delle relazioni familiari, tra interventi di sostegno e cura ed affermazione dei diritti fondamentali).
8. “Minori e Giustizia”, Franco Angeli, Milano, n. 2/2015 (tema: Minori, famiglia, diritto: come cambiano i saperi, gli intrecci e le prospettive di intervento).
9. “Minori e Giustizia”, Franco Angeli, Milano, n.4/2014 (tema: La conservazione e la cura dei legami nell’affidamento familiare e nell’adozione).
10. “Minori e Giustizia”, Franco Angeli, Milano, n.3/2014 (tema: Le declinazioni dell’essere genitore nelle nuove famiglie e nelle diverse culture)

Oggetto:
Ultimo aggiornamento: 11/01/2018 15:09

Location: https://www.psicologiaforense.unito.it/robots.html
Non cliccare qui!