Vai al contenuto principale
Oggetto:
Oggetto:

Processo penale minorile - Lab / Juvenile criminal trial - Lab

Oggetto:

Juvenile criminal trial - Lab

Oggetto:

Anno accademico 2019/2020

Codice dell'attività didattica
PSI0441
Docente
Dott. Mario Deganello (Titolare del corso)
Corso di studi
Psicologia criminologica e forense
Anno
2° anno
Tipologia
Laboratorio
Crediti/Valenza
2
SSD dell'attività didattica
IUS/16 - diritto processuale penale
Modalità di erogazione
Tradizionale
Lingua di insegnamento
Italiano
Modalità di frequenza
Obbligatoria
Tipologia d'esame
Da definire
Oggetto:

Sommario del corso

Oggetto:

Obiettivi formativi

 Il laboratorio intende fornire agli studenti più dettagliate conoscenze teorico-pratiche sulle coordinate essenziali del processo penale minorile, con particolare riguardo al ruolo dell’esperto psicologo. La disciplina legislativa e la casistica giurisprudenziale saranno presentate – anche col contributo di operatori “pratici” del processo (magistrati e avvocati) - “dal punto di vista del giurista”, onde sensibilizzare gli studenti sull’importanza del rispetto delle regole quali fondamentali condizioni di utilizzabilità e di attendibilità del risultato probatorio.

 The workshop format aims at providing students with a depth knowledge of the essential topics of the juvenile criminal trials, with specific care to the psychologist expert, both at theoretical and practical level. Particular attention will be paid to the gathering of evidence from under-age witnesses. Law and case-law will be presented – with the contribution of lawyers and judges – from “the jurist’s perspective”, in order to familiarize students with the importance of legal rules as a fundamental condition to the validity and to the reliability of evidence.

Oggetto:

Risultati dell'apprendimento attesi

 Al termine del laboratorio lo studente dovrebbe essere in grado, da un lato, di muoversi con sufficiente dimestichezza fra le “categorie” processuali rilevanti sul tema di riferimento – anche sotto il profilo di un’adeguata conoscenza del linguaggio tecnico – dall’altro di riconoscere i possibili profili “critici” del ruolo dello psicologo nel contesto del processo penale minorile.

 At the end of the lab, students will be able to move easily around the different “categories” of substantive and procedural criminal law, to understand and to use properly legal terminology. Students will also share the skill to recognize the critical aspects that pertain psychologists in juvenile criminal proceedings.

Oggetto:

Modalità di insegnamento

Lezioni frontali, sia del docente che di operatori pratici del diritto, con partecipazione attiva della classe. 

 Taught class from the professor and from psychologists, lawyers, judges. It is required an effective participation from the class.

Oggetto:

Modalità di verifica dell'apprendimento

 Fatto salvo l’obbligo di frequenza dell’attività laboratoriale che non può essere inferiore al 75% delle ore previste, l’accertamento della preparazione dello studente avverrà attraverso una relazione finale [al minimo di due (2) pagine] (quest’anno è stato chiesto, a fronte di alcuni casi concreti, ponendosi dall’angolo visuale dello psicologo, di interrogarsi sull’eventuale ricorso ad un intervento "mirato" alle peculiarità del soggetto deviante - non imputabilità per immaturità, perdòno giudiziale, sospensione del processo con messa alla prova - e di fornire motivazione dell’opzione effettuata). La valutazione complessiva dell’attività laboratoriale si avvarrà di una scheda di verifica stilata secondo i criteri dei descrittori di Dublino (Conoscenza e capacità di comprensione; Conoscenza e capacità di comprensione applicate; Autonomia di giudizio; Abilità comunicative; Capacità di apprendere). L’esito finale sarà “approvato” o “non approvato”.

 Students must attend, at least, 75% of the hours of the practical lab. For the final assignment, the students will have to submit a pages report [minimum two (2) pages] on the topic discussed during the lab (moving from a number of actual cases and emphasizing the psychologist’ point of view, this year we have asked to the class to think over the possible application of institutes aimed at the specificity of the underage - dismissal for recklessness, pardon, probation  - and to adduce reasons for the stipulated choice). The overall evaluation of the workshop will make using the criteria of the Dublin descriptors (Knowledge and understanding, knowledge and understanding applied; Making judgments; Communication skills; Ability to learn). The final score will be “passed” or “not passed”.

Oggetto:

Attività di supporto

 Mercoledì mattina – ore 9 -12 – Dipartimento di Giurisprudenza (Lungo Dora Siena 100) (secondo piano settore D2 stanza 10). Ogni variazione verrà tempestivamente comunicata sul Sito.

 Wednesday morning – 9 – 12 – Law Department (Riverside Dora Siena 100) (second floor area D2 office 10). Every alteration in the time-table will be opportunely communicate in the Law Department Website.

Oggetto:

Programma

 Il laboratorio si articola nei seguenti 3 moduli:

a) una prima serie di lezioni teoriche tese ad illustrare la disciplina “statica” e “dinamica” del processo penale minorile. Si tratteranno, più nel dettaglio, i seguenti temi:
- natura del processo penale minorile fra esigenze punitive e “pedagogiche”;
- libertà personale e status del minorenne;
- forme particolari di definizione del processo penale minorile (irrilevanza del fatto; sospensione del processo con messa alla prova.
Il tutto con uno specifico “occhio” di riguardo al ruolo dell’esperto psicologo.
b) Una seconda serie di lezioni tese all’approfondimento del ruolo dello psicologo in ordine a vicende significative avuto riguardo ai temi trattati sub a). Nello specifico ci si avvarrà dell’intervento qualificato di uno o due psicologi giudici “laici” presso il Tribunale per i Minorenni del Piemonte e della Valle d’Aosta.
c) Una terza serie di lezioni tese a sottolineare il ruolo del giurista operatore pratico nella specifica dimensione dell’accertamento di responsabilità penale dell’infradiciottenne. A tale riguardo ci si avvarrà dell’intervento di un giudice (o ex- giudice) presso gli uffici minorili di specie e di un avvocato con peculiare esperienza nell’area di riferimento.
Il ciclo di lezioni sub b) e sub c) interverrà con la co-presenza del titolare del laboratorio onde sollecitare la partecipazione attiva alla discussione in classe.

 The workshop is divided in three parts:

- A first set of theoretical lectures will review the “static” and “dynamic” discipline of oral evidence from under-age witness. The following themes will be analyzed in detail:
- juvenile criminal trial: punitive approach; educational/pedagogical approach;
- juvenile’s peculiar features and personal liberty (pre-trial detention);
- juvenile criminal trial and out of process settlement: diversion and probation.
Above all, a specific care will be devoted to the psychologist expert.
- A second set of lectures will be dedicated to a in depth analysis of the psychological function with regard to single cases of peculiar importance concerning the topics explained sub a). In this framework we will avail ourselves of the expertise of one or two psychologist lay justices at the juvenile court for the Piedmont and for the Aosta Valley.
- A third set of lectures will be dedicated to emphasize the distinctiveness of the juridical function with regard to the criminal responsibility of the underage In this framework we will avail ourselves of the expertise of a juvenile court Judge (or of a retired juvenile court Judge) and of the expertise of a particularly skilled lawyer in this subject matter.
The second and the third framework will take effect with the pro-active co-presence of the regular professor of the lab in order to incentive students to participate to class discussions.

Oggetto:

Testi consigliati e bibliografia

 Trattandosi di laboratorio non si ritiene necessaria l’adozione di un testo-base per il miglior esito didattico. Nondimeno, quale linea guida, si consiglia la lettura di AA.VV., Il minorenne fonte di prova nel processo penale (a cura di Claudia Cesari), IIa edizione, Giuffrè Milano 2015.

Being a laboratory, it is not considered necessary to adopt a text-base for the best educational outcome. Nevertheless, as guideline, we recommend reading "Various Authors, The minor source of evidence in criminal proceedings (by Claudia Cesari), IIa edition, Giuffre Milano 2015"

Oggetto:
Ultimo aggiornamento: 04/07/2017 10:03

Location: https://www.psicologiaforense.unito.it/robots.html
Non cliccare qui!